Il grifone Acale torna ‘a casa’ in Friuli Venezia Giulia

Aveva fatto perdere le sue tracce per circa un anno, ma ora il grifone Acale – reinserito in natura nell’ambito del progetto “Grifoni Osservati Speciali” – tornato ‘a casa’, ricongiungendosi alla colonia di grifoni che si riunisce nella Riserva regionale naturale del Lago di Cornino, in Friuli Venezia Giulia. Rilasciato il 4 settembre 2014, il grifone aveva subito fatto perdere le sue tracce. I responsabili del progetto lo hanno cercato per oltre dieci mesi in tutta Europa fino a quando ieri mattina le webcam puntate sulla colonia di grifoni della riserva del Lago di Cornino non lo hanno immortalato in modo inequivocabile. Acale, con il suo anello verde e numero di identificazione F63, si trovava nello stesso punto in cui fu restituito alla libert il 4 settembre 2014, a poco pi di sei mesi.

“Le speranze di rivedere F63 si erano affievolite nel corso dei mesi, durante i quali da nessun centro di conservazione d’Europa arrivavano buone notizie – spiega Fulvio Genero, zoologo e responsabile scientifico del progetto di ripopolamento del grifone che interessa tutto l’arco alpino, promosso dalla riserva friulana gestita dalla Cooperativa Pavees con il sostegno del Parco Natura Viva di Bussolengo -. Qui compaiono esemplari dalla Bulgaria, dalla Serbia e persino da Israele, ma l’ultimo avvistamento di Acale risaliva al 17 settembre 2014, sul litorale genovese. Per ‘Grifoni Osservati Speciali’ e per la biodiversit sarebbe stata una sconfitta e un dispiacere, considerando questa una specie in pericolo critico di estinzione (IUCN), che sta registrando dei lievi aumenti solo grazie a questo tipo di progetti di reintroduzione”.

Nella riserva il primo settembre fissato un nuovo rilascio in natura: il fratello di Acale, nato tre mesi fa dallo stesso padre Dodo. Il grifone ora ventiduenne, fu donato dal Parco Natura Viva alla riserva friulana per riprodursi e svolgere il ruolo di capostipite per la specie Gyps Fulvus.(ANSA).

Fonte: http://www.ansa.it

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...