domanda di energia elettrica

Depurata dall’effetto della temperatura, la variazione della domanda di energia elettrica di febbraio 2015 diventa -0,7%. A parit di giorni lavorativi (20), rispetto allo stesso mese del 2014 si infatti avuta una temperatura media mensile di circa due gradi e mezzo inferiore. I 25,2 miliardi di kWh richiesti nel mese di febbraio 2015 sono distribuiti per il 46,1% al Nord, per il 29,8% al Centro e per il 24,1% al Sud. A livello territoriale, la domanda di energia elettrica nel mese di febbraio 2015 risultata negativa al Nord (-0,9%) e positiva al Centro (+1,5%) e al Sud (+3,6%). La domanda stata soddisfatta per l’82,4% con produzione nazionale e per la quota restante (17,6%) dal saldo dell’energia scambiata con l’estero. In dettaglio, la produzione nazionale netta (20,9 miliardi di kWh) cresciuta dello 0,2% rispetto a febbraio 2014. Sono in crescita le fonti di produzione termica (+7,5%), geotermica (+8,2%) e fotovoltaica (+8,3%). In calo le fonti idroelettrica (-25,0%) ed eolica (-1,6%). In termini congiunturali, la variazione destagionalizzata della domanda elettrica di febbraio 2015 rispetto al mese precedente stata pari a +0,7%. Il profilo del trend si mantiene debolmente negativo. Nel primo bimestre del 2015 la domanda di energia elettrica risultata in flessione dello 0,7% rispetto ai valori del corrispondente periodo del 2014; a parit di calendario il valore in linea con lo scorso anno.(ANSA).

Fonte: http://www.ansa.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...