Rifiuti, arriva la stretta sulle multe. Controlli a raffica sugli orari di consegna

C’è un piano per cambiare la raccolta differenziata in centro (primo municipio) e superare l’emergenza degrado. Ma insieme al potenziamento e al miglioramento del sistema, ci sarà anche una stretta nei controlli e nelle conseguenti sanzioni ai cittadini che non rispettano le regole.

DEGRADO
Andiamo per ordine. Le immagini del degrado sono quelle di Trastevere con i sacchetti di rifiuti abbandonati sui sampietrini. Ma i guai della differenziata, nel primo municipio, sono estesi anche ad altre zone, all’Esquilino e a Prati, per fare due esempi. Dieci giorni fa la presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi, usò toni duri e sorprendenti, tenendo conto che è del centrosinistra, così come la giunta comunale da cui dipende l’Ama. «La raccolta differenziata non funziona, il porta a porta non funziona. Sono molto scoraggiata anche per il comportamento di cittadini e commercianti che approfittano dell’assenza di controlli, mancanti ormai da troppo tempo». L’assessore all’Ambiente, Estella Marino, qualche giorno dopo rispose: «Stiamo lavorando sul caso di Trastevere, tra poco molte cose cambieranno». Ecco, su questa rivoluzione si sta impegnando lo staff del presidente dell’Ama Daniele Fortini, in contatto con l’assessore all’Ambiente del I Municipio, Anna Vincenzoni.

I NODI
Oggi, per le varie tipologie dei rifiuti, i cittadini sanno che devono lasciare i sacchetti di rifiuti davanti al portone in determinate fasce orarie, quando passano gli operatori dell’Ama a ritirarli. Il problema è che non pochi cittadini non rispettano questi orari e dunque i sacchi con i rifiuti restano a cielo aperto per giorni. Ama ha ripensato il sistema di raccolta per Trastevere, consapevole che la perfezione non è di questo mondo, soprattutto in un rione vivace e denso di locali e pubblici esercizi. Dunque, saranno schierati nei vicoli decine di ispettori dell’Ama. Multe a raffica per chi non rispetta le regole? Inizialmente no, ci sarà piuttosto un’opera di affiancamento dei cittadini, per spiegare loro come devono comportarsi.

SANZIONI
«Ma se per due, tre, quattro volte il cittadino non rispetta le regole della differenziata, dal cartellino giallo si passerà al cartellino rosso». Come dire: se la moral suasion non sarà sufficiente, poi si passerà alle multe (50 euro secondo l’ordinanza del Campidoglio del 2012). Allo stesso tempo, l’Ama si impegnerà a garantire più passaggi e più mezzi, per trovare un punto d’incontro con gli abitanti di Trastevere. I moltissimi esercizi pubblici del rione hanno anche sottolineato che i passaggi degli operatori dell’Ama sono insufficienti: bar e ristorante si ritrovano con il materiale accumulato – dal vetro alla carta – senza sapere dove metterlo in attesa del turno di passaggio degli uomini dell’Ama. All’azienda, con il nuovo piano che sarà pronto la prossima settimana ma che entrerà a regime a settembre, aumenteranno i passaggi. All’Ama e al I Municipio poi però dovranno affrontare le altre emergenze: Esquilino e Prati.

fonte:http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/immondizia_cassonetti_rifiuti_differenziata_roma_multe/notizie/721222.shtml

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...