RC auto: scendono i premi, boom di scatole nere e coperture aggiuntive

scatola neraL’ANIA, Associazione Nazionale delle Assicurazioni Italiane, fa sapere che il settore Rc auto registra una diminuzione degli introiti delle assicurazioni dovuta a un calo degli incassi della raccolta premi, un vero e proprio boom delle installazioni delle scatole nere (che consentono di avere un sconto di circa il 15%) e un sensibile aumento dei controlli che è già stato reso operativo dal mese di febbraio, ma diverrà via via più intensivo nei prossimi mesi. Inoltre, secondo uno studio di Facile.it, il 56% degli italiani alle prese con il rinnovo RC auto sceglie di richiedere una copertura aggiuntiva.

SCENDONO I PREMI – La raccolta dei premi lordi del settore Rc veicoli terrestri è diminuita del 7,5% – attestandosi a quota 16,23 miliardi di euro – nell’ultimo periodo. Diminuzione dovuta al fatto che un numero sempre maggiore di automobilisti scelglie di guidare senza assicurazione, fenomeno peraltro particolarmente diffuso tra i giovani. Uno dei fattori che scoraggia (ma certo non giustifica) questa scelta è il fatto che le assicurazioni italiane risultano le più care d’Europa e che soprattutto i giovani under 26 devono pagare premi altissimi per guidare macchine di bassa cilindrata.

SCATOLE NERE – Le compagnie assicurative confermano che ad oggi le scatole nere installate su veicoli in Italia ammontano a circa due milioni, facendo del Belpaese il leader europeo almeno in questo campo. Oltre il 49% degli impianti si concentra nel Sud Italia, probabilmente in virtù del fatto che nelle località del meridione i premi assicurativi sono più alti di quasi il doppio rispetto al Nord, allorchè anche uno sconto del 10 o 15 per cento grazie alla scatola nera può generare un tangibile risparmio.

LE COPERTURE AGGIUNTIVE – In tempi di crisi la cautela non è mai troppa: sarà per questo che il 56% degli italiani alle prese con il rinnovo RC auto sceglie di richiedere una copertura aggiuntiva. A dirlo è il portale Facile.it che, analizzando un campione di oltre 1.000.000 di preventivi assicurativi arrivati negli ultimi due mesi, ha rivelato come sia ormai una consuetudine aggiungere alla polizza base ulteriori garanzie. È l’infortunio al conducente la garanzia accessoria più ricorrente (47,4%): pochi sanno che la normale RC auto non tutela l’assicurato alla guida del veicolo responsabile del sinistro, ma si limita a coprire i danni causati a persone o altri mezzi. A seguire troviamo l’assistenza stradale, richiesta dal 41,1% del campione censito: con un parco macchine sempre più vecchio, il rischio di rimanere bloccati mentre si viaggia è in aumento, da qui l’esigenza di prevenire, evitando la spesa per il recupero del veicolo in caso di fermo.

AUMENTANO I CONTROLLI – La Polizia di Stato fa sapere che dal 10 febbraio sono sono iniziati controlli a tappeto sulle assicurazioni RC Auto, utilizzando anche strumenti telematici come le banche dati della motorizzazione e delle compagnie assicuratrici. Le prime lettere verranno recapitate presumibilmente già nel mese di maggio, il contribuente avrà 15 giorni per assicurarsi altrimenti scatterà una multa che va da minimo di 841 euro ad un massimo di 3.366 euro fino al sequestro dell’auto.

fonte:http://www.quifinanza.it/8527/soldi/rc-auto-scendono-i-premi-boom-di-scatole-nere-coperture-aggiuntive.html

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...