Dai flavonoidi del pompelmo la protezione per il cuore

Secondo uno studio dell’Università di Glasgow (Scozia) nel pompelmo potrebbe essere nascosta una cura economica e a bassa tossicità contro le malattie cardiovascolari: il merito sarebbe tutto della naringenina, una molecola naturale presente nel pompelmo e in altri agrumi, in grado di interrompere il meccanismo che innesca l’infiammazione dei vasi sanguigni che, a sua volta, porta allo sviluppo delle malattie cardiovascolari. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità entro la fine dell’anno il numero di persone decedute a livello mondiale a causa delle malattie cardiovascolari raggiungerà i 23,3 milioni: molecole estratte dalle piante come la naringenina, spiegano gli studiosi, potrebbero essere la chiave per lo sviluppo di una nuova generazione di farmaci anti-infiammatori più economici e facili da produrre e meno tossici rispetto alle terapie attualmente in uso.

I ricercatori dell’Institute of Molecular, Cell and Systems Biology dell’Università di Glasgow si sono concentrati in particolare su alcune malattie del sistema circolatorio che dipendono dall’attivazione impropria di cellule immunitarie che si “conficcano” nelle cellule che rivestono i vasi sanguigni attivando un processo di infiammazione eccessiva che, nel tempo, arriva a bloccare i vasi sanguigni stessi.

La naringenina, spiegano i ricercatori scozzesi su Biochemical Journal, è un derivato dei flavonoidi, composti naturali antiossidanti già noti per le loro caratteristiche protettive nei confronti dello stress cellulare. In particolare ha mostrato di inibire efficacemente i processi infiammatori innescati dall’attivazione del recettore della molecola immunitaria IL6: “Siamo stati sorpresi di scoprire che i flavonoidi isolati dagli agrumi sono molto efficaci nel riprogrammare la risposta delle cellule endoteliali umane alle molecole del sistema immunitario attivando i geni che esercitano una naturale effetto protettivo contro l’infiammazione – spiega Stephen Yarwood, primo autore della ricerca -. Il nostro compito è ora quello di scoprire come i flavonoidi accendono questi geni protettivi, il che potrebbe aprire la strada allo sviluppo di nuovi farmaci per il trattamento delle malattie cardiovascolari.

fonte:http://www.salute24.ilsole24ore.com/articles/15747-dai-flavonoidi-del-pompelmo-br-la-protezione-per-il-cuore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...