Tessera Metrebus e sconti per reddito in fila con l’incubo delle nuove tariffe

Tutti in fila alle biglietterie, con l’incubo delle nuove tariffe. Da alcuni giorni, alle stazioni della metropolitana, gli abbonati Metrebus cercano con ansia informazioni ai botteghini, creando file anche lunghe, preoccupati dall’entrata in vigore dei prezziaggiornati di biglietti e abbonamenti. A far paura, oltre all’aumento di 50 centesimi del costo del biglietto singolo, è stata soprattutto la paventata soppressione degli abbonamenti mensili per studenti, over 65 e invalidi: un rischio rientrato negli ultimi giorni, grazie alla smentita di Antonello Aurigemma, assessore capitolino alla mobilità, che ha assicurato la sopravvivenza delle tessere mensili.

Il cambio di tariffe continua comunque a innescare la protesta degli utenti, provati dalle code al botteghino soprattutto nelle ore di punta, e contrari al meccanismo di conteggio dei costi basato sul reddito annuale. «Ho fatto quaranta minuti di fila – si sfoga Iole Esibini, al botteghino di Lepanto – per sentirmi dire che dovrò pagare il doppio. Mio marito aveva un abbonamento speciale, ma ha un reddito di poco superiore alla soglia: non rientriamo nelle agevolazioni e dubito che rinnoveremo la tessera».

Una valutazione comune a molti utenti che, penna alla mano, da giorni calcolano la convenienza di confermare o meno l’abbonamento. Alfonso Giorno, in attesa a Termini, è un over 65 escluso dagli sconti. «Per pochi euro – dice – non rientro nella soglia, ma il problema non è solo mio: trovo sbagliato, in generale, condizionare promozioni e riduzioni all’ammontare del reddito e della pensione». Della stessa opinione Domenico Essedante, che dopo un lungo confronto con gli impiegati Metrebus è arrivato anche a una conclusione. «Speravo di essermi sbagliato, ma i prezzi saranno troppo alti: non rinnoverò la tessera a partire da giugno».

Ancora più preoccupati dell’aumento sono gli utenti occasionali, quelli del biglietto a tempo o giornaliero, sconvolti dai rincari imminenti di cui hanno conferma dagli opuscoli informativi. «Il biglietto a 1,5 euro? Mi sembra una follia – sbotta Antonio Fiore, in attesa della corsa al capolinea di Anagnina – l’aumento è spropositato, e inadeguato ai servizi dei trasporti a Roma». «E’ lo stesso prezzo di Milano – concorda Anthony Isabella – ma lì la rete funziona mille volte meglio. Per non parlare delle altre capitali europee, dove la spesa è maggiore, ma la qualità e la celerità del servizio non sono nemmeno paragonabili alla realtà romana». Negli orari di minor traffico, diminuisce la fila agli sportelli, ma gli utenti non smettono mai di informarsi sui nuovi prezzi. I dubbi dei passeggeri sono tanti e – spesso – irrisolti: a infastidire di più, la necessità di presentare, ognuno al proprio Municipio, la documentazione Isee che attesta il reddito basso, sotto i 20.000 euro, necessario per ottenere le agevolazioni.

Mirna Lucarini liquida il requisito del reddito come «l’ennesima complicazione per esercitare un diritto. Trovo ingiusto – aggiunge – passare da un abbonamento speciale a ordinario solo per una questione economica, a beneficio degli evasori fiscali che non dichiarano nulla», mentre Paola Novelli, opuscoli Atac alla mano, fatica a capire «il senso di tutta questa operazione». Operazione che per qualcuno, però, è destinata ad avere un impatto positivo: Guido Lotti, solitamente critico con Atac, stavolta si sente davvero tutelato. «Tra me e mia moglie – dice – con le nuove agevolazioni risparmiamo circa duecento euro l’anno: in questi tempi di crisi, è una cifra che non si può sottovalutare». La gioia di Guido è già una certezza; per molti altri passeggeri, che attendono l’entrata in vigore delle nuove tariffe, è invece ancora tempo di dubbi e calcoli.

fonte: www.ilmessaggero.it

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...