Saldi/ Al via la stagione 2012. Previsti cali del 30%

Iniziano i saldi: oggi in Sicilia e in Basilicata si apre la stagione delle vendite scontate. A Roma, Milano, Napoli e nelle altre grandi citta’ partiranno giovedi’ 5, in Molise e a Bolzano il 7 e in Valle d’Aosta il 10.

Ma le previsioni non sono positive: secondo i consumatori le vendite caleranno del 30% rispetto al 2011. “Solo il 40% delle famiglie potra’ permettersi qualche acquisto, e la spesa procapite in regime di saldi si attestera’ sui 110 euro”, sentenzia Carlo Rienzi, presidente del Codacons. “A risentire della grave crisi del commercio – aggiunge – saranno soprattutto i piccoli negozi e per la prima volta anche gli outlet e i centri commerciali vedranno una consistente diminuzione del proprio giro d’affari”. Anche le attese della Fismo-Confesercenti sono negative.

I commercianti, afferma Roberto Manzoni, presidente della federazione, si aspettano “una leggera flessione, coerentemente alla situazione economica e socio-politica dell’Italia”, con i consumatori divisi tra chi cerca l’affare e chi invece aspettera’ “tempi piu’ rosei”. “Per sapere come saranno – sottolinea inoltre – basta guardare alla famiglia media che ha visto aumentare le spese fisse per al gestione familiare del 6-7%, perdendo contemporaneamente un altro 6-7% in potere d’acquisto. I saldi sono lo specchio dell’economia del Paese, e per questo ci aspettiamo una flessione: una flessione non drammatica, ma in linea con la situazione dell’Italia. Qualcuno comprera’ cio’ di cui ha bisogno, ma altri saranno frenati dal timore per il futuro”

fonte: http://affaritaliani.libero.it/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...