Ddl stabilità: scopri tutte le misure per l’occupazione… Ecco la bozza

DDL STABILITA’: BOZZA,DA APPRENDISTATO E TELELAVORO A SGRAVI IRAP – Dal credito di imposta per accelerare le nuove assunzioni nelle aree svantaggiate, agli incentivi all’assunzione mediante contratti di apprendistato, al rilancio del contratto di inserimento delle donne fino all’aumento dell’aliquota contributiva dei cocopro di un punto percentuale. Sono queste le misure per l’occupazione contenute nella bozza del maxiemendamento al ddl stabilita’ il cui testo definitivo non e’ stato ancora presentato in commissione Bilancio del Senato.

– STOP CONTRIBUTI PER 3 ANNI PER APPRENDISTATO – La misura e’ tesa a promuovere l’occupazione giovanile mediante il piu’ ampio ricorso al contratto di apprendistato, facilitato dalla totale decontribuzione per i primi tre anni dalle nuove assunzioni nelle imprese sino a 9 dipendenti.

– AUMENTO DELL’ALIQUOTA CONTRIBUTIVA DEI COCOPRO – La misura, a copertura della precedente, prevede l’aumento di un punto percentuale della contribuzione per gli iscritti alla gestione separata dell’Inps (fra cui i contratti di collaborazione coordinata e continuativa a progetto).Le aliquote contributive vigenti attualmente nella Gestione separata sono pari a: 17% per i lavoratori “concorrenti”, che contribuiscono anche ad altra previdenza obbligatoria o sono pensionati, e svolgono l’attivita’ come collaboratori o come professionisti; 26,72% per i lavoratori “esclusivi”, privi di altra forma di previdenza obbligatoria, siano essi collaboratori o professionisti (lo 0,72% e’ destinato al finanziamento delle prestazioni temporanee di malattia, maternita’ e assegni al nucleo familiare).

– INCENTIVO PER CONTRATTO INSERIMENTO DONNE – Rilancio del contratto di inserimento per le donne, di qualsiasi eta’, prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi, nelle aree in cui i differenziali fra i tassi di occupazione e disoccupazione maschile e femminile sono piu’ marcati. In particolare, sara’ possibile stipulare contratti incentivati nelle aree ove il tasso di occupazione femminile sia inferiore di almeno 20 punti percentuali rispetto a quello maschile o il cui il tasso di disoccupazione femminile superi di almeno 10 punti percentuali quello maschile.

– DAL 2012 DEDUZIONE IRAP PREMI PRODUTTIVITA’ –  Dal 2012 ogni regione, nel rispetto dei vincoli del patto di stabilita’, puo’ disporre la deduzione della base imponibile dell’Irap delle somme erogate ai lavoratori dipendenti del settore privato in attuazione di quanto previsto dai contratti collettivi aziendali o territoriali di produttivita’.

– INCENTIVI AL PART-TIME-  Incentivare il ricorso al contratto di lavoro part-time, favorendo l’utilizzo delle clausole flessibili (relative alla variazione della collocazione temporale della prestazione lavorativa) ed elastiche (relative alla variazione in aumento della durata della prestazione stessa), che potranno nuovamente essere liberamente stabilite dalle parti individuali, nel rispetto di quanto eventualmente stabilito dalla contrattazione collettiva.

– INCENTIVO AL TELELAVORO – Arrivano gli incentivi al telelavoro reversibile per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. La norma prevede che tra i progetti volti a consentire alle lavoratrici e ai lavoratori di usufruire di particolari forme di flessibilita’ degli orari e dell’organizzazione del lavoro vi possa essere l’utilizzazione del telelavoro anche nella forma del contratto a termine, e reversibile. Altre norme sono finalizzate a facilitare l’inserimento lavorativo dei disabili sempre attraverso l’uso del telelavoro e per facilitare il reinserimento nel mercato del lavoro.

– LAVORO INTERMITTENTE E ACCESSORIO NEL TURISMO  – Si estende al settore del turismo e dei pubblici esercizi la possibilita’, per il datore di lavoro, di assumere lavoratori avvalendosi degli istituti del lavoro intermittente e del lavoro accessorio. Si prevede inoltre l’estensione ai lavoratori stagionali del turismo la formazione sulla sicurezza, finanziata dal fondo Inail.

– CREDITO IMPOSTA PER NUOVE ASSUNZIONI NELLE AREE SVANTAGGIATE – Si accelera la piena operativita’ del credito di imposta per nuovo lavoro stabile nel Mezzogiorno. A tal fine viene previsto che la Conferenza Stato-Regioni sancisca l’intesa entro il termine di trenta giorni dalla trasmissione dello schema di decreto.

fonte: http://affaritaliani.libero.it/politica/ddl-stabilit-la-bozza.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...