Berlusconi al processo Mediaset tra gli applausi

La ragazza marocchina, ha continuato il presidente del Consiglio, “ci ha raccontato una storia dolorosa che ci ha commosso e quindi le ho dato l’opportunità di entrare in un centro di bellezza e per questo le ho dato 45mila euro anche se lei dice 60 proprio per farla entrare in questo affare”.
Non sono stati i giudici del processo a deciderlo, ma il procuratore generale Manlio Minale che, in qualità di responsabile della sicurezza del palazzo di giustizia, ha revocato tutti i permessi a fotografi e cineoperatori, come era già accaduto in relazione al processo Ruby il 6 aprile scorso.
Il palazzo di giustizia è blindato: poliziotti e carabinieri in divisa e in borghese presidiano l’ingresso di via Freguglia da dove il premier entrerà in macchina e quello centrale di corso di porta Vittoria dove si schiereranno sia i fan sia i contestatori.
Oggi se ne discuterà e i giudici con ogni probabilità si riserveranno la decisione fino alla prossima udienza che potrebbe essere fissata per il 18 aprile, un lunedì, la giornata per la quale il premier ha dato la sua disponibilità a essere presente ai processi in cui è imputato e anche l’unico giorno in cui il presidente D’Avossa trasferito nel frattempo a La Spezia è “applicato” nel vecchio incarico a Milano.

Fonte: notizie.virgilio.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...