In pensione in anticipo con lavori usuranti

Per i lavoratori impegnati in attività usuranti sono in arrivo le norme che consentiranno loro di andare in pensione di anzianità con tre anni di anticipo rispetto agli altri lavoratori dipendenti: il Consiglio dei ministri ha approvato lo schema di decreto legislativo sul quale saranno sentiti i sindacati prima di trasmetterlo alla conferenza Stato Regioni e alle commissioni parlamentari.

Avranno diritto a chiedere la pensione anticipata quei lavoratori già identificati dal decreto Salvi del 1999 (lavori in galleria, lavori nelle cave, ad alte temperature, lavorazione del vetro, ecc.), i dipendenti che fanno lavoro notturno (almeno 64 notti per chi matura i requisiti dal luglio 2009, 78 per chi li ha maturati tra il 2008 e la prima metà del 2009), gli addetti alla cosiddetta linea catena (la catena di montaggio) e i conducenti di veicoli con capienza non inferiore ai nove posti (conducenti di autobus quindi, pullman turistici ecc.). Per le finestre di accesso alla pensione vale il regime vigente al momento della maturazione dei requisiti agevolati (a partire dal 2011 12 mesi dal momento della maturazione dei requisiti).

fonte www.iltempo.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...