Fini visita bene confiscato alla ‘ndrangheta: ”Senza legalità non c’è demiocrazia”

  Il presidente della Camera Gianfranco Fini e’ arrivato in Calabria per una serie di incontri istituzionali, che si concluderanno a palazzo Campanella con un incontro pubblico sul tema della legalita’. La prima tappa e’ stata una fattoria realizzata su un terreno confiscato alla ‘ndrangheta, gestito dall’associazione Ambiente e Vita sul quale vengono promosse attivita’ di formazione per le scuole. “Senza legalita’ -ha detto Fini nel suo intervento, rivolgendosi agli studenti- non c’e’ democrazia, non c’e’ possibilita’ di crescita. Si vive in un condizionamento che non e’ soltanto criminale, ma a volte e’ anche un condizionamento mentale”. Rispondendo ai due studenti che gli hanno dato il benvenuto con un breve intervento in cui hanno chiesto la vicinanza delle istituzioni, il presidente della Camera ha aggiunto: “la vostra presenza qui e le parole che avete detto sono la dimostrazione che hanno ragione coloro che combattono in prima linea la ‘ndrangheta, forze dell’ordine e magistratura. La lotta alla criminalita’ si combatte se accanto ai servitori dello Stato ci sono i cittadini e in particolare i giovani”. Fini ha quindi riconosciuto che “oggi c’e’ l’impegno delle istituzioni, delle associazioni, delle forze politiche piu’ responsabili, l’impegno dei giovani per combattere la criminalita’. Se si fa fronte comune si puo’ vincere”.

Il presidente della Camera ha poi parlato della legge che consente la confisca dei beni alla criminalita’ organizzata voluta da Latorre e Rognoni, che hanno condiviso l’idea pur appartenendo a schieramenti politici diversi. La possibilita’ di confiscare i beni ai mafiosi secondo Fini e’ fondamentale poiche’ “le organizzazioni criminali hanno paura delle retate, dei processi e delle condanne ma soprattutto di perdere la roba, di perdere cio’ che ottengono attraverso estorsioni, collusioni, riciclaggio di denaro sporco”. “Noi dobbiamo togliere -ha concluso sull’argomento- l’acqua al pesce. Laddove l’acqua e’ la compiacenza, la collusione, la connivenza, il silenzio delle persone perbene”. fonte: (Adnkronos)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...