Multe, rincari in arrivo. Il divieto di sosta costa di più

Da quest’anno molte infrazioni subiranno aumenti sia nei minimi che nei massimi. Colpa dell’adeguamento delle sanzioni amministrative che scatta automaticamente ogni 24mesi

Un buon proposito per il 2011? Stare più attenti al volante e non infrangere il codice della strada. Da quest’anno, infatti, molte infrazioni subiranno un aumento del 2,4%. Sia nei minimi che nei massimi. Colpa dell’adeguamento delle sanzioni amministrative che scatta automaticamente ogni 24 mesi. Dall’ondata di rincari si salvano solo le sanzioni già inasprite dalle ultime modifiche al codice della strada, nel 2009 e nel 2010. Tra le infrazioni interessate dal rincaro, alcune sono molto comuni: parcheggiare in divieto di sosta costerà da 1 a 4 euro in più; parlare al cellulare mentre si guida dai 4 a 14 euro in più; non fermarsi all’incrocio da 3 a 13 euro in più. Solo per citare tre classiche infrazioni da città. La guida in stato di ebbrezza (salvo l’ebbrezza “lieve”) e dopo aver assunto droga non sono soggette all’adeguamento biennale perché sono sanzioni penali. (Consulta l’elenco completo) Gli aumenti, che vengono calcolati in base alla variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di impiegati e operai, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre 2010. Ma il meccanismo è già stato duramente criticato negli ultimi anni e l’accusa è sempre la stessa: gli importi delle le multe crescono a ritmi molto più sostenuti rispetto ai salari dei cittadini. Dal 1993 a oggi alcune sanzioni sono cresciute anche del 40-50%. Anche per il 2011 gli automobilisti dovranno stare molto attenti agli autovelox-trappola. Per molti comuni italiani potrebbero essere gli ultimi dodici mesi di cuccagna: è slittato di almeno un anno il provvedimento che trasferisce agli enti proprietari delle strade la metà dei soldi derivanti dalle multe autovelox. Insomma, neanche la consolazione che i soldi della nostra multa serviranno a migliorare la strada che percorriamo tutti i giorni. Per i milanesi, oltre all’aumento c’è un’altra sgradita novità. Dal primo gennaio chi vive nel capoluogo lombardo ha a disposizione solo 5 giorni per pagare la sanzione senza gli 11 euro di spese di notifica. In precedenza, invece, c’erano 15 giorni di tempo per “conciliare” prima che venisse spedita la multa a casa.

INFRAZIONE PRIMA DAL 2011
Parcheggio sul marciapiede da 78 a 311 euro da 80 a 318 euro
Guida mentre si parla al cellulare da 148 a 594 euro da 152 a 608 euro
Divieto di sosta da 38 a 155 euro da 39 a 159 euro
Passare con il semaforo rosso da 155 a 624 euro da 159 a 639 euro
Guidare il motorino senza patentino da 542 a 2168 euro da 555 a 2220 euro
Non fermarsi in prossimità di un incrocio da 137 a 550 euro da 140 a 563 euro
Non rispettare obblighi di precedenza da 137 a 550 euro da 140 a 563 euro
Inosservanza dei segnali stradali e della distanza da 33 a 137 euro da 34 a 140 euro
Sosta oltre il tempo massimo nelle aree parcheggio da 33 a 137 euro da 34 a 140 euro
Mancata segnalazione di ingombro della carreggiata da 33 a 137 euro da 34 a 140 euro
Mancata segnalazione di veicolo fermo: da 33 a 137 euro da 34 a 140 euro
Circolare in corsia d’emergenza da 343 a 1376 euro da da 351 a 1409 euro
LE INFRAZIONI CHE RIMARRANNO INVARIATE
Gettare via rifiuti da veicoli
Apposizione di segnali abusivi
Commercio di pezzi non omologati
Uso di veicolo già sospeso dalla circolazione per mancata revisione
Circolazione con veicolo radiato per ripetute inadempienze sul pagamento del bollo
Motorini truccati o con targa non visibile
Rilascio di patente a soggetti che non hanno i requisiti morali
Guida con patente sospesa per non essersi sottoposti agli esami o alle visite mediche di revisione disposte per il medesimo documento
Conducenti professionisti stranieri residenti in Italia da più di un anno che guidano con patente valida ma abilitazione professionale scaduta
Eccesso di velocità dai 40 km/h in su
Divieto di fermata o sosta per ciclomotori e moto a due ruote
Violazione dei tempi di guida o di riposo obbligatori per gli autisti di mezzi pesanti
Ciclisti senza giubbino riflettente quando obbligatorio
Ebbrezza lieve, cioè da 0,51 a 0,80 grammi/litro

fonte: http://canali.kataweb.it/kataweb-consumi/2011/01/11/multe-rincari-in-arrivo-il-divieto-di-sosta-costa-di-piu/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...