Lavori dei tempi andati

Numerose le professioni artigiane che hanno scarso appeal sugli italiani

Buffa questione italiana: investiti dalla crisi, morsi dalla disoccupazione, gli italiani lasciano vacanti oltre 150mila posti di lavoro. Nella terra dei dualismi, il fatto non riesce a stupire. Tutt’altro che incredibili, così, risultano i dati rivelati dalla Confartigianato nel rapporto sui mestieri più ignorati (compilato sulla base di ricerche Excelsior-Unioncameere relative al 2010).

La ricerca dell’artigiano perduto
n base alle stime della Banca d’Italia, nel nostro Paese il tasso di disoccupazione al netto dei fattori stagionali nel secondo trimestre ha raggiunto l’8,5%, risultando in leggera crescita.

E in questo contesto, ecco arrivare i risultati dell’indagine di Confartigianato. In piena crisi, il 2010 ha offerto ben 550mila possibilità di nuove assunzioni. Tuttavia, oltre 140mila tra queste (147.250, per la precisione) non sono state sfruttate e difficilmente lo saranno, a causa della carenza di candidature presentate. A quanto pare, in Italia, mancano gli addetti altamente specializzati in grado di soddisfare le esigenze delle aziende artigiane.

I numeri della ricerca
Sono 70 le figure professionali indicate come difficilmente reperibili nell’ambito del lavoro artigiano all’interno del rapporto stilato da Confartigianato.

Sembrano scomparsi, per esempio, gli installatori di infissi. Su 1500 richieste per questa figura professionale, nell’83% dei casi l’azienda non ha ricevuto nemmeno una candidatura.

Panettieri, pasticcieri e gelatai non abbondano. Rispettivamente, rimangono senza candidature più di 29 offerte di lavoro su 100 (nel dettaglio, il 29,4% delle ricerche di panettieri e il 29,1% di quelle per pasticceri e gelatai).

La lista dei lavori “rifiutati” dagli italiani è molto lunga. Sono state 1960 le offerte di lavoro per sarti e tagliatori tessili, ma il 21,9% di queste è rimasto senza risposta. Allo stesso modo, sono rimasti vacanti il 21% dei lavori offerti da parrucchieri ed estetisti. Stessa sorte per le ricerche di un falegname specializzato: nel 19,8% dei casi, gli annunci di lavoro rimangono, desolatamente, senza alcuna risposta.

fonte: www.lastampa.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...