La Roma risorge: battuta l’Inter con una perla di Vucinic nel recupero

L’attaccante ha risolto con un colpo di testa coraggioso
e spettacolare una gara da 0-0. Totti sostituito: terza volta

 La Roma alza la testa e riapre il suo campionato battendo l’Inter all’Olimpico per 1-0 al termine di una partita brutta, a tratti noiosa, che nessuna delle due squadre avrebbe meritato di vincere. Al 92′ tutti sembravano paghi dello 0-0. Tutti tranne Vucinic, subentrato a Totti: sull’ennesimo cross in area il montenegrino si tuffava e deviava il pallone in rete fra la costernazione degli interisti e lo stupore e la gioia dei compagni e dei tifosi giallorossi. La Roma comunque ha vinto ed ha avuto ragione: non ha subìto i contraccolpi della disavventura arbitrale di Brescia. Non ha riempito gli occhi, ma non era questa l’occasione migliore per farlo. Attentissima in difesa, ha concesso il minimo ad un’Inter imprecisa e stralunata nei suoi uomini chiave. Mai visti Sneijder e Milito sbagliare tanto.

Ranieri schiera una Roma offensiva. In avanti assieme a Totti, al rientro, e a Borriello c’è Menez preferito a Vucinic. In campo per i giallorossi anche De Rossi e il norvegese Riise dopo aver recuperato dall’infortunio alla testa che gli ha causato una commozione cerebrale. L’Inter invece gioca con il consueto tridente d’attacco Eto’o-Milito-Pandev e con Cordoba al posto dell’infortunato Samuel in difesa.

Pronti via con l’Inter che chiude la Roma nella sua metà campo e guadagna subito un corner. Poi Lobont risponde benissimo ad una violenta conclusione di Stankovic, ma l’azione era stata fermata da Morganti per un fuorigioco. Il primo angolo per la Roma lo guadagna Borriello al 6′. Per ora è l’Inter che fa la partita, ma la difesa giallorossa regge bene. Al 18′ azione martellante della Roma e Borriello rimedia un intervento in gioco pericoloso ad opera di Cordoba non sanzionato da Morganti. Subito dopo Stankovic libera Eto’o che perde il tempo per il tiro a botta sicura, e quando scarica il destro trova l’opposizione di Burdisso. Il problema della Roma è comunque a destra dove nessuno contiene Maicon. La partita va avanti su ritmi piuttosto lenti e offre poco. Una curiosità: l’Inter tira molto da fuori area forse confidando nelle incertezze di Lobont, ma finora la riserva di Julio Sergio è in forma. Intorno alla mezz’ora le squadre si allungano e il gioco ne guadagna con rapidi cambiamenti di fronte. Al 38′ ennesimo tiro da lontano di Stankovic che coglie la parte esterna della traversa. Al 48′ Riise serve Totti in area, il capitano sbaglia l’aggancio e l’occasione sfuma. Finisce 0-0 ed è giusto così.

Secondo tempo. Tutti in campo ad aspettare Lucio rimasto a farsi bendare una gamba. Stesse formazioni. Al 3′ Burdisso serve Totti in area con un lancio lungo, il n.10 giallorosso potrebbe provare a saltare l’uomo, invece tenta il tacco su Borriello ma il tocco è impreciso. Cambiasso restituisce il favore con un improbabile colpo di testa a due metri da Lobont. Giallo a Stankovic per un fallo da dietro su Perrotta. E’ il secondo dopo quello mostrato a Chivu nel primo tempo. Niente altro da segnalare a parte una serie di passaggi e tiri sballati da parte dell’Inter. La migliore occasione per la Roma al 9′: affondo di Menez sulla destra e palla al centro ad un metro dalla porta, Borriello arriva alla deviazione con mezzo secondo di ritardo. Terzo ammonito dell’Inter è Cordoba per un’entrata su Menez. La partita è corretta, ma Morganti non ne lascia passare una. Al 14′ Julio Cesar rinvia, poi riprende il pallone con le mani. Punizione a due con la barriera sulla linea di porta, appoggio a Totti che sballa il tiro. La Roma sta crescendo e Benitez sostituisce Milito con Muntari. Eto’o diventa la punta più avanzata. Gli animi si scaldano: Perrotta, Stankovic e Burdisso si fanno ammonire per falli evitabili su Julio Cesar, Totti e ancora Julio Cesar. Altro cambio nell’Inter: Coutinho per Pandev. Primo cambio per Ranieri: esce Totti, entra Vucinic. Il capitano, alla terza sostituzione, non va in panchina ed entra direttamente negli spogliatoi. La migliore occasione dell’Inter capita al 32′ sui piedi di Eto’o che entra in area e spara fuori. Quattro minuti dopo ancora Eto’o al tiro dopo un’azione manovrata: bravissimo Lobont a salvare il risultato. Nella Roma ultimi 5′ per Baptista e Brighi la posto di Borriello e Menez stanchi. Le due squadre sembrano paghe, ma Vucinic non lo è: al 2′ di recupero, tuffo di testa su lancio di De Rossi e gol per una vittoria sognata ed arrivata nel modo più impensabile.

Roma-Inter 0-0

Roma (4-3-1-2): Lobont; Cassetti, Burdisso, Juan, Riise; Perrotta, Pizarro, De Rossi; Menez (42′ st Brighi); Totti (30′ st Vucinic), Borriello (42′ st Baptista). A disp: Doni, Burdisso, Cicinho, Adriano. All. Ranieri
Inter (4-2-3-1): Julio Cesar; Maicon, Lucio, Cordoba, Chivu; Stankovic, Cambiasso; Pandev (28′ st Coutinho), Sneijder, Eto’o; Milito (21′ st Muntari). A disp: Castellazzi, Santon, Mariga, Obi, Biabiany. All. Benitez
Arbitro: Morganti
Marcatore: 47′ st Vucinic
Ammoniti Chivu, Stankovic, Cordoba, Cassetti, Perrotta, Pandev, Burdisso, Menez
Angoli: 6-4 per l’Inter
Recupero: 2′ e 3′
Spettatori: 40.000

fonte: www.ilmessaggero.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...