Assunzioni colf, Inps addio

Nuove regole al via: i datori di lavoro dovranno consegnare il modulo
al Centro per l’impiego, via cartacea o telematica. Ecco come fare
Cambiano le regole per l’assunzione di colf e badanti (assistenti personali). La comunicazione non va più presentata dai datori di lavoro all’Inps (Istituto nazionale della previdenza sociale) ma al Centro per l’impiego (ex ufficio di collocamento) ove è ubicata la sede di lavoro (sul sito www.centroimpiego.it/ è possibile consultare le sedi distribuite su base provinciale). L’Inps, invece, continuerà a riscuotere i bollettini trimestrali delle famiglie con una collaboratrice domestica in regola. Inoltre, la comunicazione può essere effettuata anche per via telematica. Percorso che sarà obbligatorio dal 1° marzo per tutti i datori di lavoro, escluse le famiglie che, invece, potranno continuare a scegliere fra l’opzione cartacea e quella elettronica per comunicare assunzione, proroga, trasformazione e cessazione del lavoratore domestico. Sono queste le nuove regole introdotte dal decreto interministeriale del 30 ottobre 2007, entrato in vigore l’11 gennaio scorso.
Lavoratori extracomunitari. In caso di assunzione o cessazione di rapporti di lavoro con lavoratori extracomunitari (muniti di un permesso di soggiorno) la comunicazione assolve anche il precedente obbligo di comunicazione presso lo Sportello unico per l’immigrazione.
Il modulo. I datori di lavoro devono compilare il modulo “Unificato-Lav” (riportato qui accanto), scaricabile gratuitamente sul sito del ministero del Lavoro all’indirizzo www.lavoro.gov.it/Co.
Consegna a mano, posta o fax. Possono consegnarlo direttamente al Centro per l’impiego (facendosi rilasciare dall’Ufficio un protocollo contenente data di consegna e ufficio che lo rilascia); via fax (in questo caso bisogna conservare la ricevuta con l’indicazione della data di invio) o con una raccomandata con ricevuta di ritorno.
Via telematica. La comunicazione per via telematica deve avvenire previo accreditamento al sistema informatico regionale, utilizzando i servizi web messi a disposizione dalle amministrazioni provinciali (è necessario disporre di una firma digitale).
Le date. La comunicazione di assunzione deve avvenire entro il giorno precedente quello di inizio del rapporto di lavoro (l’inosservanza comporta sanzioni da 100 a 500 euro per lavoratore). Quella relativa alla cessazione, proroga o trasformazione deve essere effettuata entro 5 giorni (previste sanzioni da 50 a 250 euro).

<!– if(w0){ var imgN=’‘; if(navigator.userAgent.indexOf(‘Mac’)!=-1){document.write(imgN); }else{ document.write(”+ ‘
‘+’
‘+imgN+”); } } document.write(“”); //–>

Annunci

10 pensieri su “Assunzioni colf, Inps addio

  1. Pingback: Assunzioni colf, Inps addio

  2. In Italia quando esiste un sistema semplice e comprensibile a tutti viene eliminato per far rendere la vita dei cittadini sempre più difficile.

    Non era valido il sistema di iscrizione all’INPS visto che gestisce sia la riscossione dei contributi che l’erogazione delle prestazioni? E con la contestuale comunicazione all’INAIL?

    Credo che il vero motivo di questo provvedimento sia quello di ingrassare le tasche dei consulenti e delle varie organizzazioni sindacali!!

    Evviva l’Italia si modernizza!!!

  3. Come fara’ d’ora in poi un povero vecchio come la sottoscritta a doversi districare in questa nuova confusione ?

    Dovrà per forza pagare qualche illustre tecnico per assumere o cambiare una colf o badante.

    Credo che il cervellone che ha inventato questa nuova regola non abbia di sicuro familiari che vengono assistiti in casa .

    Grazie per lo spazio a me riservato e auguri a tutti quelli che come me , invalidi al 100% che dovranno confrontarsi con la burocrazia italiana !!

  4. è uno schifo!!! un paese di merda con a capo degli incapaci ladri! Come ti muovi vogliono spillarti i soldi per pagare gente inutile che è solo capace di mettere in difficoltà il prossimo, spero tanto che l’Italia faccia la fine dell’Argentina!!
    Non è possibile che per assumere una badante bisogni perdere giornate intere per capire come funziona il sistema di assunzioni! Poi si lamentano del lavoro in nero!!

    SPERO CHE CHI PUO NON PAGHI LE TASSE TANTO NON SERVONO AL CITTADINO, MA A FAR FARE LE VACANZE AI VARI CONSULENTI, DIRIGENTI PUBBLICI RACCOMANDATI!

  5. Per mia fortuna sono una persona senza particolari limitazioni ma sono scandalizzato per i problemi che devo affrontare ora per licenziare una persona che me lo ha chiesto, ma soprattutto perchè lo stetsso trattamento è riservato a persone che hanno più problemi di me.
    Vorrei veramente entare nella mente che ha partorito questo modello, sia per come è stato progettato, sia per le informazioni che sono state richieste. Sarei favorevole a dare un vitalizio a chi ha pensato questa novità, semplicemente per stare ferma, almeno non fa danni.

  6. Bisogna comprendere che per i consulenti, le trovate dei politici maldestri che voi avete votato, oltre ad essere una palla al piede e un intralcio per la normale attività lavorativa, sono una perdita considerevole e non un profitto!
    Sulle assurdità burocratiche non ci guadagna nessuno, nemmeno i burocrati stessi, che hanno in ogni caso super-pensioni e super-stipendi garantiti.
    Ciò premesso, ci sarebbe comunque da evidenziare che la comunicazione unificata è, in linea di principio, uno snellimento degli adempimenti verso i diversi istituti assicurativi e previdenziali, se poi aggiungiamo il fatto che tutto ciò può essere fatto on-line con una procedura automatizzata, ne consegue che INPS, INAIL e centri per l’ impiego acquisiscono i dati senza esaminare moduli cartacei (talvolta mal compilati), con una cospicua riduzione della percentuale di errori e con un immenso risparmio di tempo, carta e acari.
    Pure a voler prescindere dalle menti malate dei nostri governanti e dalla loro scarsa confidenza con le tecnologie informatiche, se in Italia la gestione di certe procedure non fosse demandata all’ U.C.A.S. (Ufficio Complicazioni Affari Semplici), probabilmente le reazioni dei cittadini sarebbero meno esacerbate.

  7. Un delirio.
    Prima era semplice, ora è complicato.
    E bravi!!!!!!!!!!!!!!!!
    Poi non vi stupite se la gente vi odia e parla male del governo

  8. COMPLIMENTI VERAMENTE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Siete dei grandi!
    ma come vi vengono in mente certe Caz………………..
    ..si vede che vi annoiate tanto li dentro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...