Ecco le azioni cassaforte

Piazza Affari ha perso il 20% in un anno. Ma ci sono
buone occasioni. Come Enel, Fiat, Telecom e UniCredit
Nell’ultimo anno Piazza Affari ha perso il 19,45 per cento. In questo scenario turbolento non mancano, però, occasioni d’acquisto. Anche se, individuare 10 titoli cassaforte, quelli su cui impostare un portafoglio azionario italiano per i prossimi 18 mesi, è come camminare sul filo. Accetta la sfida Pio De Gregorio, responsabile della direzione equity di Centrobanca. «Ci sono occasioni molto attraenti – premette –; la traccia del dividend yield (il rapporto fra dividendo per azione e quotazione, ndr) è corretta soprattutto se si incrocia con la forza patrimoniale e la capacità di business. In diversi casi, visti i prezzi molto sacrificati, si può abbinare l’incasso praticamente certo dei dividendi con un buon capital gain (plusvalenza, ndr) che potrebbe emergere da un clima di normalità». De Gregorio indica «Enel che è sotto di 1,5 euro rispetto al suo valore di mercato e paga un dividendo consistente. Due big bancarie, UniCredit e Intesa Sanpaolo, soprattutto la seconda per il dividendo cui potrebbe aggiungersi una cedola straordinaria. Anche nei media ci sono opportunità come Mondadori e Mediaset per gli alti ritorni da dividendo e grande solidità finanziaria. Aggiungerei Seat Pg, non per le cedole. È enormemente sottovalutata nella convinzione che i grandi motori di ricerca possano erodere business. Non credo sarà così». Per Finmeccanica «non per la cedola quanto dell’attesa per la chiusura di un maxi contratto per la fornitura di elicotteri negli Usa». Per le Telecom ordinarie e risparmio le potenzialità sono molte. Infine Luxottica, che può rafforzarsi dalla razionalizzazione delle acquisizioni fatte e con nuova crescita in Asia, Cina in particolare, e Italcementi che pure ha molto internazionalizzato le proprie attività. Anche in questo caso i prezzi attuali sono molto convenienti». Concorda su Luxottica, UniCredit, Telecom anche Giorgio Giovannini di Henderson global investors. E aggiunge Fiat, Generali, Banco popolare, Tiscali ed Edison «per il consolidamento del settore». E «per non ingessarsi sulle aziende ad alta capitalizzazione aggiungo anche Guala, per la presenza internazionale, e Brioschi, fra i migliori immobiliari».

http://www.24minuti.ilsole24ore.com/24Minuti/20080128/Milano/8.shtml?path=/Editrice/ILSOLE24ORE/24Minuti/2008/01/28/PRINCIPALE/Documenti/8-StoryD-Milano.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...